sempre meno post su facebook parola di rudy bandiera

Sempre di meno gli utenti che postano su Facebook

Nessun commento in social media da Redazione Onangel

Facebook sta diventando sempre più un deserto? Sicuramente ve ne sarete accorti anche voi: a parte i post promozionali, i post “puri”, ovvero quelli pubblicati dagli utenti per il solo scopo di pubblicare qualcosa, sono sempre di meno.

Ad affermarlo però oggi sono i dati GlobalWebIndex, riportati dal Wall Street Journal: nel terzo trimestre del 2015 solo il 34% degli iscritti ha aggiornato il proprio stato e il 37% ha postato qualcosa, percentuali in calo rispetto al 50% e 59% (rispettivamente) di un anno fa. A cosa è dovuto questo calo? A pigrizia, a “morte lenta” del social Facebook? Per far fronte a questa tendenza negativa, Mark Zuckerberg ha deciso da maggio scorso di spingere gli utenti a postare di più, mostrando dei ‘promemoria’ di eventi e giornate speciali, in un test che però non sembra aver dato i risultati sperati.

Sarà giunta l’ora di andare in pensione per Facebook?

Il 65% degli utenti della piattaforma, a giugno, visitava la rete sociale quotidianamente, e quindi vedeva gli spot da cui derivano le entrate di Facebook, ma la flessione dei contenuti pubblicati può risultare, a lungo andare, un problema anche per le aziende e per gli inserzionisti. Il social network potrebbe infatti diventare nel corso del tempo sempre meno appetibile per gli inserzionisti, soprattutto ora che anche i più giovani sono migrati verso altri lidi. Facebook sta lentamente declinando, o si sta trasformando in qualcosa di diverso, magari più professionale, e più simile a LinkedIn?

Gli esperti cosa pensano stia accanendo a Facebook?

Secondo Rudy Bandiera, guru del web, Facebook ha sempre meno post degli utenti perché “molti non stanno ottenendo più quell’appagamento dell’ego che generano i ‘mi piace’, i ‘commenti’ e le ‘condivisioni’. Farsi leggere e creare coinvolgimento in modo continuativo non è semplice”, e gli utenti se ne sono accorti. Siamo di fronte ad un’assuefazione che porterà alla fine del social?