Twitter armonia disordine

Twitter e l’armonia del disordine

Nessun commento in social media da Redazione Onangel

Twitter, ultimamente, sta sperimentando diversi cambiamenti. Lo scopo, come sempre, è quello di rinnovarsi e di suscitare sempre il vivo interesse degli utenti, vecchi e nuovi (soprattutto nuovi).

Per quanto riguarda le foto, ad esempio, Twitter ha deciso di mostrarle a grandezza piena, così come sono in origine, senza tagliarle in orizzontale come ha sempre fatto. Una scelta forse dettata dalla costante concorrenza con il social fotografico per eccellenza, Instagram, ora di proprietà di Mark Zuckerberg. Già tempo fa Twitter aveva introdotto i filtri fotografici per le immagini, cosa che poteva spingere gli utenti a condividere i propri scatti più importanti sul social con l’uccellino, piuttosto che su Instagram.

Ma non solo: Twitter sta testando anche un altro tipo di timeline, questa volta disordinata. In che senso? Significa che il social d’ora in poi ci mostrerà i tweet degli utenti che seguiamo in ordine non cronologico. Secondo alcuni, in questo caso non si dovrebbe più parlare di timeline, ma di feed. In effetti il vantaggio di Twitter era proprio quello di leggere le notizie in ordine cronologico, per restare aggiornati di minuto in minuto su quello che succede nel mondo. Da oggi, però, non sarà più così.

Sebbene molti utenti siano rimasti scontenti del cambiamento, c’è da dire che così Twitter cerca di assomigliare sempre di più a Facebook. Anche Facebook ha infatti abbandonato da tempo l’ordine cronologico, a favore di un algoritmo che prevede cosa può risultare più interessante per l’utente in base al momento in cui si collega e a tantissimi altri fattori.

Un portavoce di Twitter, per smorzare le critiche, ha comunque affermato che “Questo è un esperimento, stiamo continuando ad esplorare i diversi modi per permettere agli utenti di visualizzare i contenuti migliori per loro”. La scelta tra algoritmo che mostra solo i contenuti più interessanti e tra timeline tradizionale è iniziata… chi vincerà?