newsletter

Newsletter: ogni quanto tempo un’azienda può inviarle?

Nessun commento in web marketing da Redazione Onangel

Trovare la giusta frequenza con la quale inviare una newsletter non è facile, e nessuna “ricetta” potrà certamente indicarti con precisione quale sia il numero di email da inviare nell’arco di un mese o di un anno.

Tuttavia, c’è molto che puoi fare. Come, per esempio, dare uno sguardo ai 5 step che di seguito abbiamo voluto riassumere per te, e che ti permetteranno di trovare la migliore frequenza di invio per il tuo specifico progetto. Pronti?

1. Newsletter: Scegli le frequenze da testare

La prima cosa che devi fare è identificare le varie frequenze possibili che desideri testare. Ad esempio, se hai l’impressione che quattro e-mail al mese siano la frequenza ideale per il tuo pubblico, puoi testare tre diverse frequenze come tre, quattro e cinque volte al mese. Abbi cura di valutare almeno tre diverse alternative.

2. Crea dei campioni cui inviare l’email

Il passo successivo è quello di creare un numero uguale di liste di email su cui effettuare il test. Idealmente, dovresti disporre di almeno 300-400 destinatari per ciascun gruppo, ammesso che la tua mailing list sia così nutrita. Se invece hai un pubblico più piccolo, assicurati comunque che nessun gruppo scenda sotto i 100 destinatari. Sotto questo numero, correresti il rischio di ottenere risultati non molto attendibili.

3. Imposta la newsletter con frequenze diverse

Una volta che individui frequenze di prova e liste di destinatari, è l’ora di impostare la newsletter per ciascuno dei gruppi. Fai molta attenzione a non variare notevolmente il contenuto e lo stile delle varie email, poiché l’unica variabile che dovrebbe sostanzialmente essere diversa è la frequenza dell’email.

4. Misura i risultati

Una volta inviata l’email, misura i risultati. L’elemento da monitorare dipenderà dal tuo scopo: puoi ad esempio valutare il numero di aperture o, ancora meglio, i clic compiuti nei link presenti nella stessa mail.

5. Scegli la migliore frequenza o ripeti il test

Una volta individuata la frequenza ideale per la vostra newsletter, puoi scegliere di seguirla o continuare il test sostituendo il gruppo con il rendimento peggiore con un nuovo gruppo da coinvolgere nel test. Continua fino a trovare la frequenza email che fornisce i migliori risultati o, meglio, quelli che ritieni pienamente soddisfacenti.

Ricorda che la frequenza delle e-mail è un elemento estremamente importante per la tua newsletter: inviarla troppo spesso significa infastidire i destinatari, ma inviarla troppo di rado significa perdere il contatto con il pubblico e, dunque, potenziali entrate!