email marketing per un ecommerce

Come si fa email marketing per un ecommerce? Consigli molto pratici

Nessun commento in web marketing da Redazione Onangel

Sei proprietario di un e-commerce e ti piacerebbe sfruttare una risorsa come l’email marketing?Partiamo dal presupposto che l’email marketing per un ecommerce è uno strumento molto importante, che non dovresti dunque sottovalutare nella realizzazione e nell’ottimizzazione della tua strategia. Ma per quale motivo? Prima di procedere con i nostri consigli su come fare email marketing con un ecommerce, vogliamo spiegarti qui sotto perché non puoi esimerti dal farlo.

LEGGI ANCHE: Il segreto per vendere online? Un sito veloce

Perché conviene fare email marketing per un’azienda?

Prima di capire perché conviene fare email marketing partiamo da una verità più che assodata: tutti noi abbiamo un indirizzo mail e riceviamo messaggi pressoché pubblicitari. Ciò significa che praticamente ogni essere del mondo può essere raggiunto e convertito in potenziale cliente, ovviamente attuando una giusta strategia di email marketing.
Ebbene, partendo da questo presupposto, fare email marketing ti conviene perché:

  1. Costa poco: a differenza della classica pubblicità cartacea o digitale, con un servizio di email marketing puoi fidelizzare ed ottenere nuovi clienti ad un costo decisamente abbordabile e per tutte le tasche;
  2. Si comunica con chi è già potenzialmente interessato a ciò che vendiamo. In una campagna di email marketing, si presuppone che le email inviate siano recepite da utenti che volontariamente hanno deciso di lasciarti il loro indirizzo mail, magari tramite un form contatti. Ciò significa che con una campagna di questo tipo, comunichi già con chi è davvero potenzialmente interessato a ciò che vendi e magari vuole solo saperne di più, oppure desidera dissipare qualche suo dubbio;
  3. I risultati sono tracciabili: attraverso uno strumento chiamato Google Analytics, potrai scoprire in modo concreto come sta andando la tua strategia di email marketing, cosa c’è che non va e soprattutto quali sono le mail che piacciono o non piacciono ai tuoi clienti.

Fatte queste premesse, abbiamo voluto individuare per te 5 tipologie di email marketing che ti potranno dare sicuramente dei risultati in termini di vendite ma anche di fidelizzazione di un contatto. Vediamole insieme!

1. Email marketing per un ecommerce: Email di benvenuto

La prima tipologia di email marketing è certamente relativa all’email di benvenuto. Considerato che il tuo cliente si è iscritto alla newsletter, ci pare il minimo accoglierlo nel migliore dei modi, salutandolo e – magari – offrendo delle prime informazioni sul tuo ecommerce, e ancora regalando dei buoni sconto, o conferendo ulteriori vantaggi. Con un email di benvenuto del tipo “Ciao Marco, ti diamo il benvenuto nel mondo dell’azienda X” potrai non solo apparire cortese ma anche estremamente attento ad ogni nuovo contatto che hai ottenuto.

2. Email marketing per un ecommerce: Promozioni

A tutti piace ricevere promozioni più o meno dedicate. Che si tratti di buoni sconto, voucher, codici offerte o altro ancora, una newsletter che contiene un vantaggio economico non potrà che far piacere alla tua clientela. Trattandosi di un investimento da parte tua, abbi cura di strutturare queste forme promozionali in maniera accorta, cercando di monitorare con attenzione chi ha usufruito dei buoni sconto, al fine di strutturare dei comportamenti replicabili. Cosa vogliamo dire con ciò? È molto semplice: evita di mandare la stessa mail a tutti e cerca di capire chi ha realmente usufruito di una promozione e chi invece non l’ha semplicemente accettata, in modo tale da convincerlo a farlo in futuro.

3. Email marketing per un ecommerce: Auguri

È Natale? Il tuo cliente ha fatto gli anni? È il suo onomastico? Siamo sicuri che nel corso dell’anno ci siano almeno 3-4 occasioni in cui poter inviare delle email contenenti auguri e un buono sconto o altro regalo al lettore. Si tratta di un modo efficacissimo per poter rinforzare il legame con il cliente, rafforzare l’immagine di attenzione e di dedizione del tuo marchio e, insomma, stimolare un po’ le conversioni! Stai pur certi di una cosa: il tuo contatto lo apprezzerà!

4. Email marketing per un ecommerce: Carrello abbandonato

Tanti clienti inseriscono i loro prodotti nel carrello e poi lo abbandonano poiché non hanno più tempo per poter completare l’operazione, o hanno subito un ripensamento. Con i moderni plugin è oggi possibile inviare una newsletter in cui si invita il proprio cliente a proseguire e concludere l’operazione. Strutturare queste email è semplice, e i risultati non dovrebbero farsi attendere, considerato che è risaputo che si tratta di una delle iniziative di email marketing più in grado di aumentare le conversioni. Ad esempio, un tuo contatto stava per acquistare un paio di scarpe dal tuo e-commerce ma ha cambiato idea? Inviagli una mail dove lo ricordi dell’acquisto mancato oppure proponigli uno sconto personalizzato per convincerlo a procedere con la compera. Così facendo, molto probabilmente il tuo cliente potrebbe decidere di acquistare per davvero il prodotto che ha “lasciato nel carrello” no?

LEGGI ANCHE: Amazon o ecommerce: qual è il luogo migliore per vendere online?

5. Email marketing per un ecommerce: Clienti inattivi

Ultima proposta che vogliamo condividere con te è quella dei clienti inattivi. Molti clienti infatti acquistano i prodotti nel tuo ecommerce, ma poi “spariscono” per mesi. La soluzione ideale per poterli ripescare è inviare una newsletter che possa stimolarli, regalando buoni sconto o altri omaggi che potrebbero riavvicinarli a te!